Performance Body Art Pittrice Natali Grunska

Body Art

Conosciamo meglio la pittrice Natali Grunska attraverso le sue performance di Body art sulle tele umane . Perchè body art e non body painting? Body Art creazione di tutto. Crei un personaggio non soltanto un disegno. Qui non si tratta di dipingere un particolare, o un tatuaggio, ma di creare un'opera che sia un unicum con l'habitat nella quale va ad inserirsi o contrastare. Alla base c'è uno studio creo un'opera d'arte, esattamente come se creassi un quadro, una scultura o un'installazione... e così per la body art... La body Art in sostanza è effimera, dura un giorno? Sì … ma rimane nel cuore e nella mente... e nelle foto che si pubblicano sui giornali e fanno il giro del mondo. E' un modo per farsi conoscere, per far vedere agli altri di che cosa sei capace. E poi quale migliore modo per cogliere l'attimo? Quando un'artista realizza un'opera di body-art la fa in un contesto unico e irripetibile. Si tratta di un biglietto da visita per presentarsi al mondo. Io creo e dipingo su ciò che mi capita. Un'artista espressivo, in fondo dipinge su tutto: pareti, muri, ceramica, stoffa, legno. E perché non il corpo allora? Soprattutto quello femminile, con tutta la sua espressività di movimento, con la sinuosità e il dinamismo delle forme, la plasticità delle curve. I tempi di creazione? ..sono relativi, a seconda della cura che si dedica ai vari dettagli.. E proprio qui sta la difficoltà, nella cura dei dettagli, ma è pura emozione e divertimento insieme... Lei è stata definita l'artista delle donne, come mai? Quando un uomo dipinge una donna esprime un punto di vista maschile, io propongo la visione femminile, valorizzando le qualità proprie della donna: la grazia, la bellezza, la sensualità... le peculiarità. Quale migliore punto di vista se non quello di una donna? Progetti futuri. Speranze ? Certamente essere apprezzata per quello che creo, che sia qualcuno a vedere come con miei occhi attraverso le opere…

10
11
12
13
14
15
16
17
18

Natali Grunska